Home


I MIEI APPUNTAMENTI

 Pollice (Mobile) VISITA IL MIO PROFILO FACEBOOK: Gian Domenico Mazzocato

 LEGGI IL MIO ULTIMO ROMANZO

DELITTO SULLA COLLINA PROIBITA

COPERTINA DELITTO SULLA COLLINA PROIBITA

CLICCA QUI

PER LEGGERE

LA PRIMA RECENSIONE

IL PRIMO CAPITOLO

PER VEDERE LE FOTO DELLE PRIME DUE PRESENTAZIONI

 

LA PRESENTAZIONE SUL MONTELLO, NEL LUOGO DEL DELITTO

CLICCA QUI

PER VEDERE LE FOTO DELLA SERATA

DALLA CINA CON MERAVIGLIADALLA CINA CON MERAVIGLIA
Egle ed io abbiamo vissuto l’avventura cinese. Anno intenso di viaggi, per noi. Armenia, Nagorno Karabakh, Georgia, Camargue e ora Cina. Pechino con la Città Proibita e la Grande Muraglia, Xi’an e l’esercito di terracotta, Guilin e la crociera sul grande fiume, Shanghai cioè la megalopoli del futuro. E mille altre cose. Questo è il diario di viaggio, scritto a quattro mani. Siamo stati bene insieme, abbiamo vissuto con intensità il confronto con una cultura così distante dalla nostra. Speriamo vogliate condividere leggendoci e guardando le foto (tante ma soltanto una selezione rispetto alle migliaia scattate). Clicca qui

 

Copertina SAN MARTINOSAN MARTINO E IL MANTELLO

Il ragazzo che divise il mantello con un povero e segnò per sempre la storia religiosa e politica dell’Europa. A 1700 anni dalla nascita, la vita, l’opera, le tradizioni, la gastronomia, le curiosità, gli episodi significativi del santo più amato del mondo accompagnati da moltissime immagini inedite. Il grande artista Franco Murer ha disegnato l’immagine di copertina. Dalla città in cui Martino nacque (Szombathely in Ungheria) alla città in cui fu vescovo e fondatore (Tour in Francia). Clicca qui

 

Copertina ODE ALLA SOPRESSAODE ALLA SOPRESSA

Eccola la mia SOPRESSEIDE, il poema (rigorosamente in lingua trevisana) dedicato alla salama regina. Con le ricette del grande Bruno Bassetto, ambasciatore della cucina italiana nel mondo. Il link rimanda alla prefazione del libro, in cui, da Teofilo Folengo a Mario Soldati, ripercorro le fortune artistiche e letterarie della sopressa. L’immagine di copertina è stata realizzata presso L’OSTERIA SENZA OSTE di Strada delle Treziese, a Valdobbiadene. Clicca qui

 

sparvoliLE MELE DI CRISTIANA
(E DEI ROMANI)

La giornalista Cristiana Sparvoli ha pubblicato per i tipi dell’Editoriale Programma un libro delizioso, COGLI LA PRIMA MELA, ricette e curiosità sul frutto più antico e salutare del mondo. Il libro si apre con un’intervista a me, nelle vesti latinista. Quando Cristiana mi ha chiesto di parlarle della mela nell’antichità, be, per stare nel campo del cibo, è stato come invitarmi a nozze. Se vuoi puoi leggere il testo integrale dell’intervista. Clicca qui

 

agostino contoSTORIE DEI PRA’ LONGHI

Agostino Contò, scrittore trevisano trapiantato a Verona dove è responsabile della Biblioteca Civica, ha scritto un libro bellissimo radunando in silloge i racconti e le STORIE DEI PRA’ LONGHI. Memorie affidate ad un lessico lussureggiante che sta tra lingua colta e lingua popolare. Una galleria di personaggi indimenticabili, un impasto linguistico unico. Leggi la prefazione che ho scritto per questo libro. Clicca qui

 

La Memoria Dei GirasoliSILVIO E PAOLO POZZOBON:
LA MEMORIA DEI GIRASOLI

È uscito per i tipi di Antilia Editrice LA MEMORIA DEI GIRASOLI, silloge degli scritti di Silvio e Paolo Pozzobon, due splendide figure. Ero particolarmente legato a Paolo, intellettuale a tutto tondo, insegnante, studioso. Personalità unica e inimitabile, dotato di profondità d’animo e d’intelligenza rarissime. Uniche anzi. Coinvolto dalla famiglia di Paolo, soprattutto dai fratelli Piergiorgio e Michele, ho dato una mano a selezionare, ordinare e sistemare il materiale. Sempre Piergiorgio e Michele hanno voluto affidarmi il compito di prefare il volume. Leggi la mia prefazione, guarda le foto della presentazione. Clicca qui

 

CamargueHomeCAMARGUE, UN UNIVERSO

Leggi il mio diario di viaggio in Camargue. Se la Camargue stia alla Provenza come l’anima di un’intera regione e ne rappresenti il completamento e magari la culminazione. O se invece sia un territorio in qualche modo autonomo, un continente a sé. Qui arrivarono le conquiste romane, qui attecchirono profonde religiosità nel medioevo romanico. Attorno al mulino da cui scrisse le sue Lettres si aggira il fantasma bello di Alphonse Daudet. Qui vive l’anima colorata di Vincent Van Gogh. I campi di girasole, le distese di olivi, lo scorrere placido del Rodano, l’antico villaggio in pietra dei contadini provenzali. E il parco ornitologico, paradiso della biodiversità, dove è dio il fenicottero rosa. Clicca qui

 

ArmeniaARMENIA, NAGORNO KARABAKH, GEORGIA
LA TERRA DELLE CROCI DI PIETRA

Due intense settimane alle origini del cristianesimo. Culture diverse e lontane. Con mia moglie Egle, un gruppo fantastico e una guida eccezionale. L’Armenia è, prima che ogni altra cosa, la serie infinita dei khatchkar, le croci di pietra tutte diverse l’una dall’altra. Sono, con i manoscritti pazientemente copiati, ornati e tramandati, il contributo più alto dato dal popolo armeno alla cultura mondiale. Racconto i luoghi, la gente, le storie, le emozioni con le mie foto e la mia scrittura. Con tutti i limiti che si possono capire. Ma con l’esplicito invito a seguire la mia esperienza. Che è culturale e anche di fede e ricerca. Clicca qui

 

UNA VILLA UNA CONTESSA1LA 2H DEL DA VINCI DI TREVISO E LA MIA CONTESSA AMMAZZATA
(Per vedere le foto clicca qui)

Linda Onigo, decapitata a Treviso l’11 marzo 1903 dal suo “pisnente” Pietro Bianchet, viva ancora. Vive grazie alla 2H del liceo Da Vinci di Treviso (che è stata per tanti anni la mia scuola), alla loro insegnante BARBARA ZOPPELLI, al progetto “Lezioni in villa” di cui è coordinatrice la professoressa PAOLA BELLIN. I ragazzi della 2H hanno realizzato un video sul mio romanzo di esordio “IL DELITTO DELLA CONTESSA ONIGO” e lo hanno presentato giovedì 26 maggio nei suggestivi spazi e nello straordinario contesto di villa Rechsteiner a Piavon di Oderzo. Serata emozionante, densa. Clicca qui

 

copertina beato enrico ENRICO, IL SANTO CHE VENNE DAL NORD

A 700 anni dalla morte del grande patrono di Treviso, scrivo questa agile biografia del beato Enrico (o Erico, o Rico o Arrigo come scrive Giovanni Boccaccio nella prima novella della seconda giornata de Decameron) ricca di notizie e di immagini. Il santo taumaturgo, l’uomo umilissimo, ignorante e scostante, che riempì i luoghi in cui visse di divina misericordia. Un santo attuale, che parla ancora all’uomo moderno. Clicca qui

 

FELTRIN VOLEVO FARE IL COWBOY VOLEVO FARE IL COWBOY
(I WANTED TO BE A COWBOY)

È la biografia (in italiano e in inglese) di Luigi Feltrin, personaggio di grandissimo valore, e un ritratto complessivo della sua straordinaria famiglia. La storia di un uomo che, partito dal nulla e dalla miseria più nera, ha costruito un’azienda di livello mondiale, Arper che esporta sedie in tutto il mondo. La Catifa, il grande cavallo di battaglia, è stata prodotta in due milioni di esemplari. Arper ora ha showroom e linee di produzione a ogni latitudine. La nascita a Vallio di Roncade, la dura esperienza di migrante in Svizzera, i difficili esordi commerciali in Italia. Clicca qui

 

IL PICCOLO PRINCIPE IL PICCOLO PRINCIPE
(E LA MIA STORIA)

Io che suggerisco una storia ad Antoine de Saint-Exupéry? Quanta presunzione! Il fatto è che sono stato allo scherzo dell’eterno bambino che è Danilo Zanetti, magnifico editore e librario in quel di Montebelluna. Il quale ha edito la 254esima traduzione del Piccolo Principe. In dialetto veneziano, EL PINCIPE BOCETA, affidandola a Sergio Zangirolami (e a sua moglie Teresa). Danilo Zanetti, che è anche collezionista di edizioni diverse del libro, ha stampato un suo esemplare (in italiano, nella sua traduzione). E ha chiesto ad alcune persone di varia provenienza di scrivere qualcosa. E io ho osato raccontare una storia al più bel raccontatore che si conosca. Un divertissement assoluto (per me) anche per la sfida a farcela stare in pochissime battute. Clicca qui

 

IL CORSARO NERO 1 LA TERRAZZA DEGLI SCORRIDORI
(SOLO A MAGIRIA SI POSSONO INCONTRARE SANDOKAN E NEMO)

Cosa succede se da qualche parte si incontrano due tra più grandi personaggi creati dalla fantasia di Emilio Salgari e Jules Verne? Sandokan e Capitan Nemo. Beh io ci ho provato, all’interno della saga di Magiria, il mondo parallelo cui tutti possiamo accedere. Se troviamo il varco giusto. La porta. È il serbatoio della fantasia, la dilatazione dell’immaginario. E a fare da guida è un caddy, il ragazzo che porte la sacca delle mazze sui campi da golf. Perché il golf è lo sport nazionale di Magiria. E il racconto del mitico ritrovarsi di questi due giganti dell’immaginario collettivo ha trovato ospitalità in ILCORSARONERO (scritto proprio così, tutto di seguito), la prestigiosa rivista di studi e racconti salgariani diretta da Claudio Gallo. Clicca qui